Home > Agroecologia > I contadini contro la piattaforma di Durban

La Via Campesina, movimento internazionale dei contadini e dei produttori familiari, denuncia le false soluzioni della piattaforma di Durban, che permette di continuare ad inquinare impunemente e lascia intatti i meccanismi del mercato.

Il movimento dichiara che:

“Il fatto più preoccupante di Durban è che ha aperto le porte all’inclusione dell’agricoltura nei mercati del carbonio. L’agricoltura, che sinora non era stata inclusa nelle negoziazioni, sarà parte delle discussioni future. L’esperienza ci insegna che questo è solo il primo passo per includere la produzione alimentare nel mercato del carbonio. […]

La base dell’agricoltura contadina è l’agroecologia. La Via Campesina continua a promuovere questo tipo di agricoltura attraverso i suoi membri, che la praticano in vari paesi del mondo, e che rimane la via migliore per convertire il processo del riscaldamento globale. Inoltre, questo tipo di agricoltura fa in modo che le persone possano alimentarsi con prodotti salutari e allo stesso tempo garantisce l’equilibrio dell’ecosistema e del terreno.”

Fonti e approfondimenti:

Il comunicato di Via Campesina in inglese, francese, spagnolo

La dichiarazione di Via Campesina a Durban

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per fornire un'esperienza web migliore e per fini statistici.