Home > Diritti Umani > Pakistan: attacco intimidatorio al presidente del Pakistan Fisherfolk Forum

Lo scorso 9 febbraio Muhammad Ali Shah, Presidente del Pakistan Fisherfolk Forum, partner del Centro Internazionale  Crocevia, ha subito minacce di morte e l’irruzione ilegale da parte di rappresentanti dell’esercito pakistano nella sua abitazione, in risposta al suo impegno in difesa dei diritti dei lavoratori.

In particolare Muhammad Ali Shah aveva partecipato e sostenuto nei giorni scorsi la lotta dei lavoratori della M/S MASCO, fabbrica di abbigliamento situata a Ibraheem hyderi, Karachi. In quell’occasione i manifestanti pacifici sono stati attaccati con violenza dalle forze dell’ordine, causando numerosi feriti, e diversi dimostranti sono stati arrestati senza alcuna spiegazione.

Il Pakistan Fisherfolk Forum è un’associazione della società civile costituita nel 1998. Da allora si impegna in difesa dei diritti degli oltre 4 milioni di pakistani che lavorano nel campo della pesca, promuovendo politiche volte ad un uso sostenibile delle risorse acquatiche e al rispetto dei diritti dei lavoratori e delle comunità indigene.

Aderisci all’appello dell’Asian Human Rights Commission

Oltre ad essere fondatore e presidente del Pakistan Fisherfolk Forum, Muhammad Ali Shah è anche Segretario Generale del World Forum of Fisher Peoples (WFFP), una rete di lavoratori della pesca che coinvolge 36 associazioni in 32 paesi e che sta partecipando alla stesura delle linee guida volontarie per la pesca sostenibile su piccola scala.

La ventinovesima sessione della Comissione Fao per la Pesca tenutasi a gennaio-febbraio del 2011 a Roma, ha infatti approvato lo sviluppo di un nuovo strumento internazionale per la regolamentazione della pesca su piccola scala. Le consultazioni, finalizzate alla redazione di linee guida volontarie che presenteranno alla FAO il punto di vista della società civile – e che si svolgono in parallelo al lavoro di un comitato tecnico interno alla FAO -, coinvolgono l’intero settore della pesca, dai pescatori artigianali a tutti gli altri lavoratori della pesca, dalle comunità locali alle organizzazioni non governative; dalle oganizzazioni di categoria alle istituzioni accademiche ai centri di ricerca.

Il Centro Internazionale Crocevia attraverso l’IPC – International Planning Commitee for Food Sovereignty – è coinvolto nella redazione delle linee guida volontarie per la pesca sostenibile su piccola scala, attraverso la partecipazione alle consultazioni regionali e nazionali in quattro paesi: Filippine, Thailandia, Sud Africa e Pakistan.


Fonti e approfondimenti:

Il sito del Pakistan Fisherfolk Forum

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per fornire un'esperienza web migliore e per fini statistici.